Lazise è un borgo sito a soli 24 km da Verona e si affaccia sul Lago di Garda.

Oltre al suo notevole patrimonio artistico e storico, questa deliziosa località veneta sorge su una zona morenica. Il clima mediterraneo rende piacevole il soggiorno in qualsiasi stagione dell’anno.

Breve storia di Lazise

Lazise è stato fondato dagli antichi Romani, i quali lo chiamavano prima Lasitium e poi Laceses, con chiaro riferimento al vicino lago.

Viene inoltre considerato il primo Comune Libero d’Italia, in quanto ottenne grande libertà economica e amministrativa nella regolamentazione della pesca e del commercio, influendo così sulle normative doganali dell’epoca.

Lazise lungolago

Una delle attrazioni più belle e suggestive di Lazise è senza dubbio il lungolago, la cui lastricatura somiglia molto a Piazza San Marco di Venezia.

Il tragitto costeggia il Lago di Garda e si conclude alla Bastia, la zona più antica del borgo. Qui in passato erano presenti delle case eleganti provviste di piccoli bastioni, che avevano il compito di proteggere gli orticelli posti in posizione sopra elevata.

Durante la passeggiata sul lungolago è possibile trovare numerosi ristoranti, bar, negozi e piccoli telescopi per ammirare le sponde opposte dello specchio d’acqua. Laddove sorge la vicina Sirmione.

Il porticciolo di Lazise

lazise porticciolo

A pochi passi dal lungolago si trova il porticciolo, addirittura presente sulle carte del X secolo. Oggi ospita le coloratissime barche dei pescatori con il loro viavai dalle battute di pesca.

In un’atmosfera rilassante, da uno dei tanti bar presenti in prossimità del molo, è possibile ammirare il meraviglioso affresco della Vergine in Trono col Bambino. Questa splendida decorazione si trova sulla facciata della Chiesa di San Nicolò.

Il centro storico di Lazise

La principale piazza del centro storico di Lazise è caratterizzata da una scenografica pavimentazione a scacchi.

L’accesso al luogo avviene attraverso Porta San Zeno oppure Porta del Lion, le quali hanno subito diverse modifiche nel corso del tempo.

Sia sulla zona sia all’interno dei vicoli (alcuni si chiamano ancora calle) si distribuiscono ristoranti, abitazioni, botteghe e bar.

La Dogana Veneta e la Chiesa di San Nicolò

La Dogana Veneta è un luogo costruito nel Trecento. In passato, ricopriva un ruolo di spicco per regolamentare le entrate e le uscite delle merci dalla Serenissima.

Oggi sede di mostre, la Dogana è stata sede del mercato, di uno stabilimento dedito alla filatura del cotone e dell’arsenale della Casa del Fascio.

Per quanto riguarda invece la Chiesa di San Zeno, si tratta di un edificio realizzato nel XII secolo. Al suo interno, oltre a una fonte battesimale del XV secolo, sono presenti la Pala di San Martino creata dal Dusi nel 1828 e la Via Crucis del Testoni.

Il Castello Scaligero di Lazise

Il Castello di Lazise è uno degli emblemi della città ed è una fortezza risalente all’anno Mille.

La costruzione è composta da cinque imponenti torri e sul mastio erano incisi gli stemmi degli Scaligeri, fatti poi scalpellare da Re Massimiliano.

Sebbene il luogo non sia generalmente accessibile, in quanto è di proprietà privata, il FAI organizza periodicamente delle visite guidate al suo interno.

Il Parco Termale Villa dei Cedri

Situata a soli 7 km dal borgo di Lazise, questa sorgente termale è totalmente immersa nel parco di una lussuosa villa realizzata nel Settecento.

Qui è possibile non solo soggiornare, ma anche accedere al centro benessere e al ristorante.