A pochi passi dalla caotica Gallipoli esiste un paradiso all’insegna del relax sospeso tra il verde di un meraviglioso parco naturalistico e il blu del mare. Stiamo parlando della città di Nardò nel cuore del Salento e di Porto Selvaggio un parco naturale della Regione Puglia, in cui si estende una fitta pineta per 268 ettari, direttamente sul mare.

Lasciatevi trasportare dall’odore intenso del pino silvestre, il re tra le piante del Mediterraneo e la brezza del mare. Dopo una nuotata nelle acque trasparenti del Mar Ionio, è possibile trovare refrigerio al riparo dal sole sotto l’ombra della folta vegetazione, ideale fermarsi per una pausa pranzo nelle aree picnic, sempre nel rispetto della natura.

Dove andare a Nardò? Cosa vedere?

La cittadina di Nardò possiede un caratteristico centro storico: innanzi tutto la Piazza Salandra è un piccolo gioiello; qui sorgono la chiesa barocca di San Domenico e la famosa fontana del Toro, simbolo della città, in cui, tra l’altro, sono state girate numerose scene di lavori cinematografici da tutto il mondo.

Passeggiare tra le vie strettissime e perdersi nei vicoli vi darà l’impressione di trovarvi in un labirinto, l’atmosfera è incredibile. Proseguite verso la guglia dell’Immacolata dove si trova la statua della Madonna in pietra leccese, per poi continuare verso l’antico Sedile del santo patrono San Gregorio Armeno che si dice abbia fermato un terremoto nel ‘700. Interessanti da visitare anche il Museo della Civiltà Contadina e il Museo della Preistoria.

Quali sono le spiagge migliori di Nardò?

Quanto è distante Nardò dal mare? In linea d’aria dal centro di Nardò alla costa sono circa 9 Km. Qui si trovano delle spiagge un po’ spartane, poiché la zona è comunque un parco naturalistico. È la situazione ideale per chi voglia tenersi alla larga dal caos degli stabilimenti e godersi il mare in assoluta tranquillità. Vediamo quindi le migliori spiagge di questa zona:

· Porto Selvaggio

Si raggiunge facendo una passeggiata di 15 minuti, il mare è incantevole e l’aggettivo selvaggio si addice perfettamente al luogo, vista l’assenza di servizi. Ci sono scogli, meglio essere provvisti delle scarpette idonee, anche se i fondali sono bassi, inoltre è presente anche una piccola spiaggia bianca. Nonostante le piccole scomodità è bene sapere che questa è sconsiderata una delle spiagge più belle di tutta la regione: ne vale assolutamente la pena e ci sono strutture ricettive nei dintorni capaci di accogliervi per le vostre vacanze a Porto Selvaggio!

· Spiaggia a Santa Maria al Bagno

Piccola baia, purtroppo molto affollata d’estate, è consigliabile andare lì molto presto. Il mare è cristallino e su tutto il lido sono presenti stabilimenti balneari attrezzati. Il luogo è molto apprezzato dai subacquei per via della grandissima varietà faunistica dei fondali, di grande interesse naturalistico. È una spiaggia cittadina, quindi vedrete le tipiche casette salentine proprio dalla spiaggia: un delizioso accostamento degno di una cartolina.

· Spiaggia Frascone

Molto apprezzata: qui troverete sia la zona attrezzata che la spiaggia libera, molto comoda perché provvista di un grande parcheggio. Il lido è sabbioso e a tratti roccioso, ideale per chi ha varie esigenze. Numerose le opportunità di ristoro, è consigliata la frittura di pesce fresco, pescato direttamente in loco. È una spiaggia ancora poco soggetta al turismo di massa, una tra le più apprezzate. La caratteristica principale di questa spiaggia è l’alternanza di tre sfumature colorate dell’acqua che dà un aspetto paradisiaco al luogo.

· Spiaggia di Torre Squillace

Qui si trova una caratteristica Torre Saracena rimasta intatta: nuotare al suo cospetto è davvero rilassante e caratteristico. L’acqua è limpida ed è possibile fare snorkeling, data l’abbondanza e la varietà di fauna marina. Ci sono sia rocce che sabbia, consigliate le scarpette da mare per la presenza di ricci. Nelle vicinanze c’è anche un comodo parcheggio.

· Spiaggia di Sant’Isidoro

Una meravigliosa spiaggia di sabbia bianca e fine, il sole conferisce all’acqua delle sfumature diverse in base all’ora del giorno. È dotata di lidi attrezzati, in alta stagione è consigliabile prenotare, ma se proprio si desidera maggiore tranquillità, meglio optare per un periodo come settembre. Questa spiaggia non ha nulla da invidiare a quelle della Sardegna, un incantevole luogo assolutamente da non perdere.

Cosa vedere a Porto Selvaggio? Non solo mare!

Nel parco naturale è possibile andare a vedere le due torri del ‘500: Torre dell’Alto e Torre Uluzzo. Si tratta di antiche torri di difesa sormontate da merli e con alcune pareti parzialmente crollate, davvero suggestive e da cui si può ammirare un panorama mozzafiato.

Inoltre, passeggiando in questo parco ci si può imbattere nella famosa Grotta del Cavallo, in cui sono stati ritrovati dei resti di Homo Sapiens. Per chi ama la natura è molto interessante la Palude del Capitano, dove è possibile osservare un’incredibile varietà di organismi viventi sia vegetali che animali, anche rari. Impossibile non fare, poi, un salto a Santa Caterina, una piccola frazione sospesa tra mare e collina, dove degustare le delizie del luogo e fare un po’ di movida serale, ideale per chi vuole finire in bellezza e in relax la giornata.