Punta Ala è una piccola frazione del Comune di Castiglione della Pescaia e si trova all’estremità a sud del Golfo di Follonica, nella Maremma Toscana.

Questo posto incantevole deve il suo nome al noto aviatore Italo Balbo, il quale dopo aver visto il mare turchese, la natura selvaggia ricca di flora e fauna, acquistò l’intero promontorio nel 1930.

Spiaggia e pineta di Punta Ala

A Punta Ala esiste una spiaggia non molto grande nei pressi del porto, tuttavia è di una bellezza rara grazie al fatto di presentarsi selvaggia e rude; in essa sono presenti dei ciottoli attraverso i quali si accede agli scogli e da lì si può godere il mare in totale pace e relax.

Punta Ala, anticamente, è stata un terreno dedicato alla pastorizia, il quale divenne poi porto romano e, alla metà del secolo scorso, un importante punto di riferimento per il turismo di fascia alta e per i velisti.

Passando attraverso la verde pineta, accederete invece alla lunghissima spiaggia; questo tratto è l’ideale per coloro che sono alla ricerca del luogo adatto nel quale piantare le tende, o parcheggiare il camper, trovando la quiete e la pace dei sensi, stando immersi nella natura lussureggiante.

Spiaggia e pineta sono adiacenti, sono presenti tratti di spiaggia libera alternati ad altri attrezzati, adatti a coloro che preferiscono avere qualche comodità; qui potrete godere anche di diversi punti di ristoro.

Se ambite a fare una vacanza in campeggio insieme alla famiglia, siete nel posto giusto, poiché il fondale è basso e regolare e alla portata di tutti, quindi con facilità accontenterete anche i più piccoli.

Campeggio in mezzo alla natura e alla storia di Punta Ala

Dopo aver parcheggiato il vostro camper o piantato le vostre tende, dedicatevi a una bella escursione sul posto: qui potrete visitare antiche fortificazioni, come la Torre Hidalgo, costruita per difendere il Principato di Piombino nel 1500; il Castello di Punta Ala, edificato da Cosimo I de’ Medici nel 1560 con l’obbiettivo di controllare la costa. Il castello fu poi modificato e ampliato prima da Pietro Leopoldo nel 1788 e poi nuovamente ristrutturato dallo stesso Balbo.

Vedrete infine la Torre degli appiani che si affaccia dall’Isolotto dello Sparviero, davanti al Porto di Punta Ala ed è qui che Balbo costruì la sua villa da sogno.

Punta Ala è la zona adatta per i campeggiatori che sono anche amanti del bird watching, poiché dovete sapere che qui nidificano dei falchi meravigliosi; si troveranno bene gli amanti del diving, essendo presenti fondali incantevoli nei quali sono presenti una varietà infinita di pesci colorati e sarà davvero piacevole effettuare delle immersioni in queste acque.

I camping e le aree disponibili presenti a Punta Ala sono tanti e ognuno di essi garantisce la presenza di piazzole curate e accoglienti, si trovano principalmente vicino al mare e sono tutti immersi nel verde tipico della macchia mediterranea e la natura che si presenta ancora selvaggia.