La bellezza delle spiagge del Salento non smette mai di stupire, così come l’azzurro del suo mare e la particolarità dei suoi passaggi marini, tra grotte e insenature.

Si tratta di una meta ideale per le vostre vacanze all’insegna del sole, del relax e del divertimento, ma anche con tutti i comfort e le comodità dedicate ai più piccoli.

Il Salento soddisferà le esigenze di tutta la famiglia, offrendo degli scenari unici e indimenticabili!

Le spiagge sabbiose più belle del Salento

Partiamo con la spiaggia di Pescoluse, definita le Maldive del Salento. Lunga 4 km, questa distesa di finissima sabbia bianca protetta da dune contrasta con il limpido azzurro del mare creando uno scenario mozzafiato. I fondali bassi rendono ideale questa meta soprattutto per i più piccoli. Bellissimi i tramonti che si possono godere da questa spiaggia, la quale acquista colorazioni diverse e diverse sfaccettature in base all’ora della giornata in cui la si visita.

Spostandoci invece a Gallipoli, incontriamo la Baia Verde, famosa per essere una meta ambita dai più giovani grazie agli infiniti divertimenti che questa zona offre. Qui, il mare color smeraldo, si staglia davanti al litorale di sabbia bianca. Gli stabilimenti balneari presenti in questo tratto, offrono servizi di ristorazioni e tutti i comfort.

La spiaggia di Baia dei Turchi è situata a pochi km da Otranto e fa parte dell’Oasi protetta dei Laghi Alimini. Pareti di roccia caratterizzate dalla tipica vegetazione della macchia mediterranea si riversano a strapiombo sulla fine sabbia e le limpide acque del mare. Questa spiaggia è raggiungibile soltanto a piedi, ma è dotata di bar, zone ristoro ed è possibile noleggiare sdraio e ombrellone. La tranquillità di questo luogo è il suo tratto distintivo.

A 20 km a nord di Otranto si trova la spiaggia di Torre dell’Orso che si staglia tra due scogliere e permette di ammirare al largo le “Due Sorelle“, due faraglioni bianchi. La spiaggia di sabbia contrasta con le pareti di roccia che fanno da cornice a questo luogo, creando uno scenario unico nel suo genere.

Una delle spiagge bianche più belle del Salento è quella di Torre San Giovanni, che fa parte del Parco Naturale regionale. È collocata tra Gallipoli e Santa Maria di Leuca e il suo fascino è dato dai colori che cela: l’azzurro del mare e il bianco del suo litorale.

Anche la spiaggia di Punta Prosciutto, a Porto Cesareo, è caratterizzata da sabbia di colore bianco. Il mare si staglia di fronte a dune e vegetazione che incorniciano il litorale: è paragonabile ad una spiaggia tropicale.

Le spiagge rocciose più belle del Salento

Di incredibile fascino è lo scenario che regala Porto Selvaggio, situato nel comune di Nardò. Inserita all’interno del Parco di Porto Selvaggio e Palude del Capitano, la baia di Porto Selvaggio è accessibile attraverso i sentieri del parco caratterizzati da una fitta vegetazione. Lo scenario che ci si trova di fronte una volta usciti dalla pineta lascia senza parole: una piccola spiaggia di sassolini, ghiaia e scogli degrada fino alle limpide acque azzurre del mare.

La Baia di Acquaviva di Marittima è invece situata nella zona di Diso e si caratterizza principalmente per rocce e scogliere, rendendolo il luogo ricco di grotte e insenature. La spiaggia sorge in una piccola caletta sormontata da alti muri di roccia a strapiombo sul mare.

Lecci e allori decorano le cime di queste scogliere, che diventano punti dai quali lanciarsi per spericolati tuffi in mare. L’acqua è sempre fresca, ma il fondale roccioso degrada dolcemente a largo, consentendo bagni sicuri anche ai più piccoli. Per accedere alla baia occorre percorrere un tratto di strada a piedi facilmente percorribile.

A 10 km a sud di Otranto si apre l’accesso alla spiaggia di piccole dimensioni di Porto Badisco, molto suggestiva. Questo tratto di litorale è caratterizzato da sabbia per un tratto di soli 50 m, mentre il resto dell’insenatura è di tipo roccioso. Questo luogo è molto caratteristico grazie alla presenza di una scoperta archeologica: si tratta della Grotta dei Cervi, risalente al Neolitico e decorata con pitture sulle pareti di rilevante interesse storico.